Benvenuti nel sito di Lucio Vranca

                             Un sito personale per omaggiare il paese

                                 dove sono nato  e gli amici che mi hanno

                                                 fatto vivere momenti meravigliosi

IndexChi sonoAllegra compagniaStrumentistiRepertorioImmaginiOmaggio a FinaleOmaggio a PollinaLink utiliContattami

 

FINALE - VISITA PASTORALE DEL VESCOVO DI CEFALU'

 

VISITA PASTORALE DEL VESCOVO DELLA DIOCESI DI CEFALU’, S.E. MONS. FRANCESCO SGALAMBRO

-       Finale 14 – 18 gennaio 2009 -

La nostra piccola comunità ha vissuto cinque giorni di intensa parentesi cristiana. Mons. F. Sgalambro ci ha onorato della sua presenza, ha  rafforzando le energie dei collaboratori evangelici della nostra parrocchia e “…richiamato i fedeli al rinnovamento della propria vita cristiana”. Dopo le visite alle scuole e agli ammalati, giorno 16 alle ore 17.00 ha voluto incontrare una parte delle numerose associazioni.

Il giorno successivo, il Vescovo ha espresso il desiderio di  conoscere la rimanente parte delle associazioni.

L’incontro si è svolto al Centro Sociale gremito di giovani musicisti e sportivi. Sono stati i componenti del corpo bandistico “Apollonia” che hanno accolto Sua Eccellenza intonando una allegra marcetta che è stata di suo gradimento.

L’incontro ha avuto inizio con l’intervento del vicepresidente dell’Associazione sportiva Pietro Musotto che ha  sottolineato l’importanza dello sport in un contesto sociale giovane ma non privo di tentazioni. Un ricordo affettuoso lo ha voluto tributare ai due giovani sfortunati  che hanno perso la vita sull’autostrada ME-PA qualche giorno fa.

 Anche il Presidente dell’Ass. Sportiva “Cavalieri della Valdemone” Franco Ciolino ha messo in risalto l’utilità dello sport con l’inevitabile amore verso i cavalli che sono lo strumento della sinergia tra equitazione e comunità.

Ha concluso gli interventi il Presidente dell’Associazione Culturale Musicale “Apollonia” Nunzio Castiglia. “L’Associazione “Apollonia”- ha affermato il Presidente – "è nata nel 2002 ed ha la peculiarità di mettere insieme  due realtà musicali che si possono considerare patrimonio culturale sia di Pollina sia di Finale. Essa abbraccia, infatti, la Scuola musicale, frequentata da tanti giovani che vogliono imparare la musica e il complesso bandistico che, nonostante la giovane età, si è fatto apprezzare non solo nel territorio madonita e nebrodiano, ma anche all’estero con grande successo: evento che è diventato lo stimolo della vita  bandistica e della  continuità”.

“La scuola musicale” – ha detto il Presidente -  “aiuta la nostra piccola comunità a tenere i giovani vocino ai sani valori sociali e frena sensibilmente i tentativi di deviazione e il mutamento delle linee di condotta negative”.

Ha concluso dicendo che è  “Significativa la socializzazione tra i ragazzi di Pollina e quelli di Finale: sono l’esempio di come si può sconfiggere il campanilismo radicato nelle due realtà”.

A conclusione della serata il Vescovo si è dichiarato soddisfatto per le potenzialità che Finale tiene in vita e definisce “cantiere aperto” il movimento a favore della gioventù che ha bisogno di essere sostenuta, ma – aggiunge – bisogna rafforzare l’azione sinergica con la Chiesa e migliorare i rapporti con il Parroco.

Dopo la Santa Messa la giornata si è conclusa con l’Assemblea che ha messo insieme tutti i componenti dell’Azione Cattolica. Mons. Epifanio Solaro, Parroco della comunità, ha letto una breve storia della vita sociale e della sua missione sacerdotale a partire dal lontano 1954 anno in cui è stato nominato sacerdote della Parrocchia di Finale. Considerata la giovane vita della nostra piccola realtà, ascoltati gli eventi e le evoluzioni che hanno portato all’attuale crescita, non è mancata qualche nascosta emozione. Tutti i ministranti hanno esposto al Vescovo il lavoro che si fa aiutando il parroco: dalla catechesi alla pulizia; dall’opera di carità all’organizzazione e alla esecuzione dei canti durante la messa.

Il momento pastorale sarà ricordato dalla comunità perché il Vescovo, con le  sue parole, ha lasciato, in ognuno di noi, il ricordo dell’espressione serena e la manifestazione della gratitudine verso gli operatori evangelici. Era visibile la gioia espressa dal prelato e chiara la comprensione per le difficoltà. Compiaciuto, infine, Mons. Sgalambro si è dichiarato fiducioso nel vedere lo spirito costruttivo che, comunque, esiste in ogni parrocchiano.

E’ necessario, dunque, che questa voglia di crescere emerga affinché, insieme, si costruisca un sano  sviluppo a favore della comunità  e per dare più senso alla nostra vita.

Lucio Vranca

 

 

L'articolo pubblicato nel sito http://www.cefalunews.net

 

Archivio Storico - Archivio immagini

 

 

© Copyright 2006 -Lucio Vranca- ©

Tutti i diritti sono riservati

E-mail  -  vrancalucio@alice.it  -   lv@vrancalucio.net